Visconti

Logo Visconti

Bachelite

m-bachelite.gif
Dal 1900 al 1960 la bachelite ha rappresentato il materiale più largamente usato nella produzione di massa, mentre adesso è stato sostituito da materie plastiche prodotte in stampi per iniezione.
Il processo di produzione della bachelite è il seguente: il materiale in forma di polvere viene costretto all’interno dello stampo, nel quale la matrice maschio pressa la polvere a 150 gradi. Tale processo è chiamato stampaggio a caldo poiché sia la pressione che il calore sono utilizzati per indurire il materiale. La proprietà fondamentale, tuttora insuperata, della bachelite è la sua resistenza al calore e la sua bassa conduttività elettrica. Dal 1900 la bachelite viene impiegata per gli oggetti di ogni giorno come i telefoni, le radio, gli apparecchi elettrici, gli oggetti per la casa così come per i gioielli.
Visconti ha creato un modello in bachelite: la “Montecarlo”. L’unica penna che resiste a 200° di temperatura!