Tecniche

Tecniche

Tecniche - Su di noi

La storia lunga oltre trent’anni ...

La storia lunga oltre trent’anni che caratterizza Visconti è costellata di successi e traguardi, grandi o piccoli, conquistati con orgoglio.

Tutto questo è stato reso possibile grazie soprattutto al contributo dei nostri artigiani, mossi da una passione profonda per il mondo degli strumenti da scrittura e dediti ad apprendere e migliorare le tecniche di manifattura più antiche pur rimanendo aggiornati con quelle più moderne. Il risultato che ne è conseguito ha fatto sì che le penne Visconti fossero – e siano tutt’oggi – oggetti unici, preziosi, espressione di una bellezza tutta italiana.

La tecnica dell’intaglio, conosciuta anche con il termine inglese di Scrimshaw, trae le sue origini nel XVIII secolo dalla pratica della caccia alla balena, dai cui denti e dalle cui ossa scaturivano splendidi manufatti intagliati con rappresentazioni di squisita fattura. Suddetti intagli venivano poi messi in risalto attraverso l’utilizzo di un pigmento colorato naturale che, applicato sulla superfice lavorata, ne delineava scritte e figure.

Venuta fortunatamente meno la legalità di questo tipo di caccia per finalità commerciali, i tecnici Visconti hanno saputo ereditare dal passato tale tecnica artistica applicandola con maestria ai materiali utilizzati per le nostre penne e andando a realizzare vere e proprie opere d’arte su fusti e cappucci in resina, celluloide o ebanite.
Tecniche - Su di noi

La tecnica di scheletratura

La lavorazione delle lastre di metallo, anche prezioso come l’oro o l’argento, e gli intagli delle stesse con motivi geometrici o figurativi è strettamente caratterizzante la produzione di penne limitate e di pregio a marchio Visconti.

Divenuto celebre nel mercato con il nome di scheletratura, o skeleton in lingua inglese, con questo processo di lavorazione si va a creare una struttura metallica, un vero e proprio scheletro, che avvolge il fusto o il cappuccio della penna nobilitandone il materiale di fondo e conferendogli luce e brillantezza.

L’effetto finale è quello di uno strumento tridimensionale, finemente lavorato e con un livello di percezione estetica assai elevato.

La penna Portofino, fra le tante, è uno degli esempi recenti di maggiore successo che coniuga la tecnica di scheletratura in argento solido con l’accostamento a un materiale naturale nobile come il legno teak, di cui vengono messe in luce venature e tattilità.

Il DNA di Visconti

L’Italia, Firenze e la Toscana, sono parte del DNA di Visconti, che non poteva non coglierne una delle secolari eccellenze di tipo artigianale come quella dell’arte orafa.

I nostri artigiani, con il contributo di orefici che si tramandano da generazioni un sapere di forte impronta locale, hanno voluto esprimere ancora una volta la loro creatività lavorando i metalli più preziosi e portando sulle penne la tecnica artistica della filigrana, sempre di più appannaggio di poche mani esperte.

La manualità con cui vengono realizzate queste opere d’arte porta con sé, insieme alla preziosità stessa dei metalli utilizzati, un valore intrinseco che va progressivamente divenendo sempre più difficile a trovarsi in una chiave autentica.

Fili di differenti dimensioni, creati attraverso la fusione di oro e argento, vengono intrecciati e fissati attraverso la saldatura su un telaio, anch’esso in oro o argento, che sostiene le decorazioni create. Una volta pronta la decorazione, la si avvolge su un supporto cilindrico per metterla in forma e fare sì che si adatti perfettamente allo strumento da scrittura, come un prezioso vestito su misura.

Oltre trenta ore di lavoro manuale sono necessarie per il completamento di una sola lastra.
Tecniche - Su di noi
Tecniche - Su di noi

Le penne gioiello

Visti i numerosi punti di collegamento con l’arte dell’oreficeria, non sorprende che anche la tecnica della fusione a cera persa, tipicamente usata per la creazione di gioielli, sia stata utilizzata anche da Visconti per delle penne gioiello come la Casa Batlló.

Partendo da un modello in cera che riproduce le componenti da realizzare in metallo tipicamente prezioso, si realizza uno stampo in gesso perfettamente aderente al suddetto modello insieme a dei canali di entrata/uscita, anch’essi modellati in cera.

Una volta indurito il gesso, lo stampo viene sottoposto ad alta temperatura così che la cera al suo interno si disperda attraverso i canali e possa lasciare spazio alla fusione del metallo prescelto.

Quando tutto si raffredda, lo stampo in gesso viene rotto per liberarne l’interno, che verrà adeguatamente lucidato e lavorato per far parte di uno strumento da scrittura unico e quanto mai prezioso.
Tecniche - Su di noi

Materiali preziosi

Nelle sue collezioni o attraverso il servizio Atelier, Visconti mette a disposizione del cliente più esigente la sua maestria nell’adornare gli strumenti da scrittura più complessi ed elaborati, realizzando dei prodotti sulle cui superfici vengano incastonate pietre preziose.

Innestati con cura da fidati collaboratori maestri orafi, diamanti, smeraldi, rubini ed ogni altra pietra di valore vanno a conferire una luce particolare a strumenti da scrittura che divengono veri e propri gioielli capaci di brillare.

La tradizione e l’innovazione

Forte di una tradizione artigianale consolidata e sedimentata nel sapere di maestri degli strumenti da scrittura, Visconti non ha mai smesso di sperimentare tecniche artistiche che guardassero al contemporaneo per produrre i suoi capolavori.

L’aerografia è esemplificativa di questo tipo di ricerca, con i colori lucidi e brillanti che ne derivano. Attraverso l’aerografo, del colore viene spruzzato con aria compressa sul corpo della penna andandolo ad adornare con motivi e disegni dall’ottima resa lucente e moderna.

Il tocco raffinato dell’artista aerografo necessita di un’alta precisione per andare a definire i dettagli più minuziosi della decorazione che si vuole andare a delineare, dimostrando ancora una volta quanto sia importante l’intervento altamente artigianale e sapiente della mano umana.
Tecniche - Su di noi
Tecniche - Su di noi

La tecnica della pittura manuale

Se il colore ha da sempre contraddistinto i prodotti Visconti nel mercato degli strumenti da scrittura di lusso, la tecnica della pittura manuale, più precisamente della laccatura di origine giapponese Maki-e, ha caratterizzato molte delle penne più ricercate realizzate dai nostri designer in collaborazione con artisti di tutto il mondo.

La resina dell’albero della lacca è utilizzata per rivestire di uno strato lucido la penna, fissando sul materiale di fondo disegni colorati realizzati con polvere di metallo.

Questa polvere viene posizionata durante la fase di posa e asciugatura della lacca, con una maestria e un’accuratezza degna di veri e propri maestri di questa tecnica: la sua difficile realizzazione in termini di tempi di posa e delicatezza nelle sue fasi la rende un processo artistico che conferisce preziosità alle penne adornate in questo modo, che divengono veri e propri oggetti di culto per appassionati e amanti del bello.

Su di noi

Dal 1988 Visconti ha riportato l'industria degli strumenti di scrittura a Firenze, dopo un periodo forte assenza ed é riuscita a trasformare l'artigianato fiorentino e italiano in un'icona attraverso i suoi prodotti che accompagnano i suoi valori fondamentali: Design & Creativitá Italiani, Artigianato, Qualitá, Lusso.