Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti e il 10% di sconto sul tuo primo acquisto
Chiudi
Il Magnifico Black Marble
Spirito rinascimentale Visconti: Magnifico Black Marble

Icone di stile

Il Magnifico Black Marble

05.08.2021

tributo allo spirito rinascimentale

Rievocando lo Zeitgeist del Rinascimento, Visconti svela una nuova collezione che incarna il gusto quattrocentesco, sublimandolo in creazioni senza tempo. Dopo la Marmo Rosso, la Marmo Verde e la Lapislazzuli, la Black Marble è la quarta edizione limitata che trova in Lorenzo de’ Medici la più alta fonte d’ispirazione. La collezione, di cui fanno parte una penna stilografica e una penna roller dotate di una custodia esclusiva, celebra il mecenatismo fiorentino attraverso il marmo Portoro, di cui l’illustre personaggio era un grande estimatore.

Il mecenate che amava il marmo

L’heritage fiorentino è parte integrante del DNA di Visconti, che per questa nuova edizione rimanda all’estetica atemporale del prospero XV esimo secolo. Così come la Lapislazzuli, la penna in marmo della linea Black Marble rievoca i fasti dell’epoca rinascimentale, traendo ispirazione dalla concezione artistica del principe umanista Lorenzo de’ Medici, uomo politico, scrittore, mecenate e grande appassionato di marmo, di cui ne estima personalmente qualità e valore per ogni opera commissionata ai più grandi artisti del periodo: uno su tutti, Michelangelo Buonarroti, cresciuto sotto la sua egida e ospite fisso nel giardino di San Marco, dove Il Magnifico fonda la prima Accademia d’Arte d’Europa.

 

Un materiale prezioso, il marmo Portoro

Ereditando tutte le caratteristiche della collezione Il Magnifico, la Black Marble incarna la quintessenza della funzionalità ed è impreziosita dal corpo in marmo Portoro, una varietà molto rara e richiesta, riconoscibile per le venature dorate che risaltano sulla base nera. Fra i marmi policromi più nobili ed eleganti, il Portoro fa della penna una vera e propria opera d’arte dall’inconfondibile sapore rinascimentale.

Dal punto di vista geologico, il marmo Portoro è un calcare compatto, cristallino e saccaroide, con venature carbonatiche che vanno dal giallo intenso al color miele, originatosi in un ambiente marittimo dal clima mite, la provincia di La Spezia. L’intensità del nero deriva dalla sua forte organicità; le inconfondibili striature a contrasto, dalla sua ossidazione e parziale dolomitizzazione.

Dal francese ‘porte d’or’ – ‘porta d’oro’ -, il marmo Portoro si presta molto bene a creazioni artistiche preziose come pavimentazioni, vasi, colonne e interni di chiese e palazzi. Utilizzato in epoca romana per la costruzione delle ville imperiali, questo marmo pregiato è uno dei materiali impiegati per la costruzione dell’antico tempio situato sul promontorio di Porto Venere, dove oggi sorge la Chiesa di San Pietro.

Ma è in età rinascimentale che il Portoro viene nobilitato grazie alla riscoperta del gusto classico. La sua notorietà sul piano internazionale va infatti attribuita alla famiglia de’ Medici, che durante il suo regno finanzia sostanziosamente la ricerca e l’estrazione di diversi marmi policromi come il Giallo Siena, le Brecce Medicee e, appunto, il Portoro.

Simbolo del rinascimento fiorentino

Realizzate in marmo Portoro, fil rouge della collezione, la penna stilografica e la penna roller dell’edizione Black Marble sono il frutto del perfetto connubio tra la profondità del nero marmoreo, l’accento luminoso dell’oro rosa 18kt e l’appeal intramontabile del bronzo anticato.

I riferimenti alla città di Firenze sono discreti ma inequivocabili, emblematici della maestosità e dei colori delle tipiche costruzioni architettoniche e artistiche del Rinascimento.

La prima analogia è identificabile nell’iconica forma ottagonale del corpo della penna, ispirata al Battistero di San Giovanni e ottenuta da lavorazioni del marmo altamente sofisticate, eseguite con macchinari specifici orientati alla massima precisione. La clip Ponte Vecchio è un altro elemento di notevole efficacia espressiva, placcato in oro rosa e rifinito con una smaltatura che riprende la colorazione del marmo Portoro. La metalleria in bronzo, infine, riporta il giglio, eterno simbolo del capoluogo Toscano ed è il risultato di una serie di incisioni minuziose.

Prima della fase di assemblaggio, tutte le varie componenti della penna in marmo vengono lucidate a mano con estrema cura dai nostri artigiani, veri esperti nel trattamento delle pietre dure.

In occasione del lancio di questa nuova edizione, Visconti presenta una custodia disegnata in esclusiva per corredare lo strumento di scrittura con un accessorio dallo stesso stile. Progettata in legno verniciato di nero, la box riporta le stesse incisioni che caratterizzano la metalleria della penna, per permettere al cliente di portare a casa una creazione unica, da tramandare di generazione in generazione.

Mailing list
Enter the Visconti World
Sign up to our newsletter and always stay updated on Visconti’s new releases, latest news and promotions.
You can unsubscribe at any time via the appropriate link in all emails. For more information, please visit this page.
No, thanks